<< Torna alla pagina dedicata al vino greco

“Santorini” è un’isola della Grecia, situata nella parte più a sud delle Cicladi.

La storia di Santorini

Chiamata anche dagli italiani “Santorino” e dai greci “Σαντορίνη” (Santoríni), quest’isola del mare Egeo è stata anche territorio veneziano a partire dal 1200 sino al 1576, quando venne conquistata dall’ammiraglio ottomano Piyale Paşa; nel corso del tempo venne occupata anche da (fra il 1768 e il 1774), e venne rivendicata dallo stato greco già nel 1821, diventando parte della Grecia effettivamente nel 1832 col trattato di Costantinopoli; durante la seconda guerra mondiale conoscerà l’occupazione italiana del 1941 a cui seguirà quella tedesca del 1943 e una serie di scontri a fuoco con gli inglesi. Alla fine della seconda guerra mondiale, Santorini tornerà nuovamente in mano allo stato Greco.

I vini greci tipici di Santorini e le varietà di uve tradizionali dell’isola

Assortimento di vini tipici di Santorini (Immagine da Wikipedia)

Il vino tipico greco di Santorini è frutto della cultura greca più antica e della maestria veneta veneziana, arrivando a toccare i livelli più alti del piacere vinicolo.

I vigneti tipici di Santorini:

Per quanto riguarda le coltivazioni, la varietà di uve più popolare di Santorini è quella dell’Assyrtiko, a cui seguono la passione degli abitanti per le varietà Aidani e Athiti, impiegate nella produzione di numerosi vini bianchi locali.

Il vino greco “Santorini”

Il vino più famoso dell’isola è quello che prende il suo nome omonimo: il “Santorini”. Il vino “Santorini” è un vino bianco pregiato realizzato con le uve dell’Assyrtiko (presenti per un 75%) e quelle di Aidani o di Athiri per la parte restante. Solitamente non viene fatto invecchiare a lungo; nello scrigno di sapori del vino Santorini sono racchiuse le particolarità del territorio di Santorini, di tipo vulcanico, e sono presenti leggere note di limone.

Il vino greco “Vinsanto”, tipico di Santorini

Il vinsanto è un vino costituito da Assyrtiko per poco più della metà del mosto totale in vinificazione (51%) e per il rimanente da Athiri o da Aidani. Il vinsanto è sicuramente il vino greco di Santorini più conosciuto dopo il vino dal nome omonimo dell’isola e come potrete capire facilmente dal suo nome, ha un legame forte con l’Italia. Durante il periodo di dominazione veneziana di Santorini infatti, l’isola divenne un laboratorio vinicolo, un luogo che i veneziani avevano riconosciuto come capace di dare vini eccezzionali; sfruttando così le caratteristiche del territorio i veneziani presero a esportare il vino prodotto nell’isola di Santorini, attribuendo al vino il nome di “Vin santo”, dove “Santo” stava a indicare “Santorini”. Una particolarità del vinsanto è che le uve che lo compongono devono essere per un certo periodo, di circa 12-14 giorni, lasciate seccare al sole, per migliorare la dolcezza del mosto; a seguito di questo, il vino viene fatto fermentare in botti in legno di quercia per circa 24 mesi. Il vinsanto è un vino dolce e amabile, uno dei migliori prodotti tipici di Santorini.

Una foto della costa di Santorini (Immagine da Wikipedia)

Il vino greco “Mezzo”, tradizionale di Santorini

Il “Mezzo” è un vino greco tipico di Santorini, riconoscibile per la sua dolcezza, viene realizzato da uve rosse e bianche insieme. Simile al vinsanto, è meno dolce.

Il vino greco “Nykteri”, tipico di Santorini

Il Nykteri è un vino greco tipico di Santorini, costituito per il 75% dalle uve di Assyrtiko e per il resto dalle uve di Athiri e Aidani. Il suo nome significa “Lavoro notturno” e deriva probabilmente dal fatto che viene lavorato tradizionalmente durante la notte, nelle sue ore più fresche. Per essere tale, il vino Nykteri deve essere lasciato invecchiare almeno tre mesi in botte in legno di quercia. Il sapore del vino Nykteri ricorda tonalità di numerosi frutti, in particolare il limone e la mela verde; leggermente acido, è consigliato assieme al pesce o alle carni bianche.

Qual’è il miglior vino bianco di Santorini?

Scegliere quale fra questi vini bianchi tradizionali di Santorini sia il migliore è sicuramente un’operazione che ha carattere soggettivo; ad ogni modo generalmente i due vini tipici di Santorini, definiti spesso come “i migliori vini di Santorini” sono il vinsanto e il vino omonimo dell’isola, ovvero il “Santorini”.

Oltre al vino greco di Santorini: la cucina tipica

Santorini non è famosa solo per il suo vino greco e le caratteristiche degustazioni di vino, ma anche per i suoi piatti tipici tradizionali, come il “Santorinio Sfougato”, costituito da uno sformato di verdure e formaggio, o il “Fava”, la “Melitina”, il “Brantada” e il “Tomatokeftedes”.


Curiosità: a Santorini è presente un intero museo dedicato al vino, a testimonianza della cura e della tradizione che legano la regione vinicola greca di Santorini alla cultura del vino.


<< Torna alla pagina dedicata al vino greco