Siete stati da poco in vacanza in Grecia ed avete assaggiato un ottimo vino aromatizzato alla resina? Ricordate vagamente il sapore e siete in dubbio circa il nome di questo vino? Molto probabilmente il vino che state cercando è il retsina.

Questo vino greco è chiaramente aromatizzato alla resina in quanto durante la sua preparazione, per il quale vengono impiegate per lo più le uve del savatiano, dell’assyrtiko, del rhoditis e delll’athiri, il mosto viene miscelato assieme alla resina di pino di Aleppo, in quantità comprese fra quelle determinate da parte del regolamento n. 606/2009 della commissione del 10 luglio 2009, riportate nella nostra pagina di approfondimento sul retsina.

Immagine raffigurante il vino aromatizzato alla resina più famoso della Grecia: il retsina. (Da Wikipedia)

 

Il sapore di questo vino aromatizzato alla resina è lievemente amaro, spesso con leggere tonalità di limone; il grado alcolico è compreso fra il 12 e l’11 per cento mentre la temperatura consigliata per servirlo è di 12 gradi centigradi. Il retsina è ottimo con l’insalata greca, con la Moussaka, con la feta e con i piatti tipici greci a base di pesce come il mezedes.

Certamente esistono altri vini aromatizzati alla resina in Grecia, ma il retsina è il più celebre e consumato, servito in quasi tutti i locali e ristoranti, pertanto è superfluo fornire altri nomi di vini che potreste aver assaggiato.

Una curiosità: il retsina può essere prodotto solamente in Grecia, casomai un vino simile venisse prodotto al di fuori della Grecia infatti legalmente non prenderebbe comunque il nome di restsina ma solo quello di vino resinato.

Per saperne di più su questo vino greco è disponibile una pagina dedicata.

Per conoscere altri vini e vitigni tipici della Grecia potete leggere la sezione di Okacquistoilvino.it dedicata all’elencazione dei vini e vigneti della Grecia.