La feta (φέτα) è un tipo di formaggio tipico della Grecia, ottenuto dal latte di pecora cagliato, dall’aspetto bianco pulito e dalla consistenza riassumibile in una pasta semidura, lasciata in maturazione in salamoia per circa 2 o 3 mesi.

Il sapore salato e cremoso è quello tipico della cucina greca, perfetto per l’insalata greca e spesso associato a ottimi vini.

Una foto del formaggio feta (immagine da Wikipedia)

I vini da abbinare alla feta

I vini che vengono abbinati alla feta sono per la maggior parte vini tipici della Grecia, come quelli che potete osservare all’interno dell’elenco completo dei vini greci; alcune volte però, specialmente nel resto del mondo diverse dalla Grecia, vengono utilizzati anche altri tipi di vino come abbinamento, come i vini italiani e francesi.

Il vino retsina

I vini greci abbinati alla feta sono prima di tutto il retsina, un vino bianco o rosé aromatizzato ottenuto dalle uve del più che altro del savatiano, ma anche del rhoditis, dell’assyrtiko e dell’athiri, il cui mosto viene unito alle resine del pino di Aleppo, formando uno dei sapori più conosciuti della Grecia nel mondo, e naturalmente uno dei migliori vini perfetti per accompagnare la feta.

Il limnio

Il limnio è un vino rosso tipico della Grecia, tipico dell’isola di Lemno, spesso considerato un abbinamento gradito alla feta. Questo vino, o meglio la sua varietà di uve, ha origini antichissime, tanto da essere stato probabilmente citato dallo stesso Aristotele e da Esiodo. Spesso si trovano miscelati al limnio anche altri vini come lo Xynomavro, il Cabernet Sauvignon o il cannonau (il grenache). Il limnio, corposo e tannico senza eccessi, racchiude in sé i migliori sapori del territorio isolano.

Il vino Mavrodaphne

Il mavrodaphne è un vino rosso della Grecia tipico del Peloponneso, di Cefalonia e dell’Acacia. Il suo nome deriva dall’unione della parola greca usata per indicare il colore nero (mavro) e dalla parola usata per indicare l’alloro (dafni). Il rosso profondo di un bicchiere di mavrodaphne è considerato un buon compromesso per accompagnare la feta, con un sapore tannico rinomato.

Il vino “moschofilero”

Il vino bianco moschofilero è tipico della Grecia, in particolare del Peloponneso e delle isole; può essere riconosciuto come uno dei vini più apprezzati da bere in abbinamento alla feta. Consumato spesso anche con la frutta secca o con i dolci, il moscofilero spicca per il suo sapore speziato, dai lievi caratteri acidi

Il vino “Robola Cefalonia”

Un vino spesso bevuto in accompagnamento della feta è il Robola Cefalonia, un vino bianco greco prodotto a Cefalonia, delicato ma di carattere, di cui si percepiscono spesso aromi fruttati. Il suo nome deriverebbe dalla parola “rombos” (ρόμβος), che probabilmente significa “rombo” e dal nome dell’isola dove è maggiormente prodotto, Cefalonia.

Il vino “roditis”

Il roditis (o “rhoditis”) è un altro vino della Grecia, rosato, che viene trovato spesso come abbinamento della feta: questo vino è tipico del Peloponneso (ma si trova anche in altre regioni della Grecia, come in Tessaglia ad esempio) ed è caratterizzato da un sapore fresco, con note di frutta (limone in particolare). Il nome sembrerebbe derivare dalla parola “rodon”, che si suppone significasse in antichità “rosa”, quale appunto è il colore classico del vino roditis.

Il vino “Athiri”

L’Athiri è una varietà di uve tipiche della Grecia, da cui oltre al vino omonimo vengono ricavate altre produzioni di particolare prestigio, come è il caso del vinsanto, uno dei vini tipici di Santorini (fra i vini della Grecia più famosi al mondo) d il Nykteri. Le uve di Athiri vengono coltivate perlopiù lungo le isole Greche, come quelle del Dodecaneso, delle Cicladi, dell’Egeo e l’isola di Creta, ma alcune produzioni rilevanti sono presenti anche nella Grecia continentale o presso Eubea.

Il Verdicchio

Il verdicchio non è un vino tipico della Grecia ma delle Marche; può tuttavia essere un buon compagno da abbinare alla feta, bevuto fresco e con attenzione, per percepire un leggero retrogusto amarognolo, con gli aromi sottili di frutta che lo caratterizzano ed il suo gusto minerale.

Il “Merlot”

Il Merlot è un vino rosso tipico della Francia ma coltivato anche in alcune zone d’Italia, sensibile all’ossigenazione. Il merlot può essere d’aiuto per “conversare” col gusto della feta: è un vino dal sapore delicato, spesso dotato di aromi fruttati come quello della ciliegia.

Il “Sauvignon blanc”

Il sauvignon bianco è un vitigno tipico della Francia (in particolare di Bordeaux), i cui vini sono spesso ritenuti un buon compromesso per l’abbinamento con la feta; le note aromatiche che contraddistinguono il sauvignon bianco (sauvignon bianco) sono quelle di un vino fruttato con sentori di agrumi e pera, ma anche di mandorla e nocciola.

Il “Cannonau”

Il cannonau è un vino rosso tipico della Sardegna, le cui origini si perdono nei millenni della storia (si tratta di uno dei vini più antichi al mondo) nonché portabandiera dei sapori unici dell’isola, le cui conformità del territorio vengono ampiamente apprezzate per le sue particolarità vinicole. Il carattere forte tannico del cannonau, assieme al suo gusto secco e arominco, di carattere, lo rendono un vino adatto all’abbinamento con la feta.


Altri articoli simili da leggere:

Clicca per votare l'articolo
[Voti: 1   Media: 5/5]