L’erbaluce di Caluso è un vino bianco tipico del Piemonte certificato DOCG (denominazione di origine controllata e garantita).

Dove viene prodotto l’erbaluce di Caluso?

L’erbaluce di Caluso è prodotto presso le province di Biella, Torino, Vercelli.

Le caratteristiche dell’erbaluce di Caluso

Il colore dell’Erbaluce di Caluso è tendente al giallo paglierino, mentre il sapore è secco, tenero, fresco e dotato di carattere.

Gli aromi dell’erbaluce di Caluso ricordano i profumi floreali della campagna, consigliamo di farne caso e goderne prima di bere il vostro calice di vino; ricordate però che essendo un vino bianco l’erbaluce di Caluso dovrebbe essere scarsamente ossigenato.

Storia dell’Erbaluce di Caluso e origine del nome

La storia dell’Erbaluce di Caluso sembra risalire a un passato precedente al 1600, difatti la prima menzione dell’Erbaluce risale al 1606, quando Giovan Battista Croce lo citerà in un suo scritto.

Una delle ipotesi sulle origini lontane del vitigno omonimo, riguardano la possibilità che l’erbaluce di Caluso sia stato portato nelle colline del Piemonte dai romani.

Il vino “Erbaluce” probabilmente deve il suo nome ai riflessi delle uve del vitigno omonimo, che filtrati alla luce sono dorati.

Infine la seconda parte del nome del vino “Erbaluce di Caluso” è probabilmente dovuta alla zona geografica delle colline di Caluso, un paese del Piemonte nei pressi di Torino.


Approfondimenti consigliati:

Per maggiori dettagli su questo vino raccomandiamo la lettura del decreto apposito del 08/08/2010 e della gazzetta ufficiale del 22/10/2010, n°248.

Clicca per votare l'articolo
[Voti: 1   Media: 5/5]