Le bottiglie di vino si possono conservare a testa in giù?

Le bottiglie di vino a testa in giù sono alcune volte messe per le “conservazioni a lungo termine”; ad ogni modo la posizione consigliata per conservare il vino è quella orizzontale: tenendo la bottiglia di vino a testa in giù si depositano i sedimenti possibili intorno al collo della bottiglia infatti. Alcuni pensano che il problema del vino a testa in giù sia il troppo contatto del vino con il tappo di sughero; questo è sbagliato, almeno in teoria. Il tappo del vino infatti da sé non conferisce gusto al vino, il problema si pone invece quando si ha come tappo del sughero estratto da una quercia non sana, infettata dal fungo Armillaria mellea: in questo caso infatti il tricloroanisolo (TCA) prodotto dal fungo darà al vino il “sentore di tappo”. In parole povere il vino avrà un disgustoso odore di marcio in questo caso ma il vino prenderà comunque il disgustoso odore sia che lo si metta a testa in giù sia che lo si metta orizzontale che verticale. Ad ogni modo si incontrano bottiglie di vino conservate a testa in giù nella produzione dello Champenoise, dove le bottiglie vengono posizionate in questo modo per dare un sbocco alle bollicine che possono così diffondersi meglio in tutta la massa liquida.

Ad ogni modo non allarmarti troppo, se si intende conservare una bottiglia di vino per un mese o due poco importa se posizionata verticale, a testa in giù oppure orizzonatale (attenzione però a temperatura e luce); discorso diverso invece per le conservazioni del vino più lunghe.

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Varie
Cosa significa “DOC” nei vini? La denominazione di origine controllata

Quando si cercano i vini tipici di una regione italiana è facile ritrovarsi davanti alla scritta “DOC“; ma che cosa significa questa sigla? Doc è un acronimo che sta a indicare “denominazione di origine controllata“, quindi un appellativo che viene usato in enologia per certificare un’area di origine e specifica …

Vino
Retsina: tutti i dettagli su questo vino tipico della Grecia

Il Retsina è uno dei vini tipici greci più noti; scritto in greco “Ρετσίνα”, appartiene alla schiera dei vini rosé o dei vini bianchi resinati; il Retsina (vedi foto qui) pare che abbia una storia piuttosto antica, di circa 2000 anni, e che abbia forti origini legate all’ambiente della marina …

Vino
Verdicchio: quali sono le origini e la storia di questo vino?

Le origini del Verdicchio, una verità di uve bianche tipiche delle marche, vedono la più antica attestazione all’interno di una traduzione del 1557, effettuata da Mambrino Roseo da Fabriano, riguardante il trattato di agricoltura dell’agronomo spagnolo Gabriel Alonso de Herrera, il “Libro di agricoltura utilissimo”; all’interno della traduzione infatti la …

Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon Europe S.r.l., un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it