L’Assyrtiko (scritto in greco “Ασύρτικο”, e letto “Assyrtiko“), è una varietà di uve bianche tipica della Grecia (qui una foto), e nello specifico originaria della zona delle Cicladi, presso l’isola di Santorini; privilegia terreni di origine vulcanica.

L’Assyrtiko viene coltivato Cicladi , Peloponneso , Sterea Hellas ( Attica , Beozia ), Tessaglia ( Tyrnavos ) ma anche in Macedonia ( Salonicco e Calcidica ) e sporadicamente in piccole aree in altre regioni della Grecia.

La pianta è molto sensibile al vento e va protetta abilmente dalla intemperie, si tratta di una varietà che si adatta bene ai climi asciutti e caldi; è piuttosto resistente alle malattie, oltre che alla filossera (Daktulosphaira vitifoliae).

Alcuni vini prodotti con l’Assyrtiko sono Dop, quindi soggetti a denominazione di origine protetta, come nel caso del vino Dop Santorini, oltre che quello Dop “Pendici di Meliton”.

Altri vini realizzati con le uve di assyrtiko sono poi il nykteri e il vinsanto, in combinazione con le uve di aidini e di athiri.

Le uve dell’assyrtiko sono spesso usate per la preparazione del vino retsina.

Il suolo vulcanico di Santorini in particolare conferisce ai vini di Assyrtiko una particolare caratteristica nel sapore che lo rende unico; spesso viene usato anche nella produzione di vini dolci; si sono visti alcuni tentativi ben riusciti di produrre vini con uve dell’Assyrtiko e del Savatiano.

Altri nomi con cui l’Assyrtiko è conosciuta sono Arcytico, Assirtico, Assyrtico, Asurtico, e Asyrtiko.

Torna al menù dei vini tipici greci >>